I Monti alla Fine del Mondo I Monti alla Fine del Mondo
Rated /5 based on customer reviews
€ N/C
Select your language
  • Himachal Lahaul
    Himachal Lahaul

  • Tandi Village
    Tandi Village

  • Himachal Pradesh Spiti Valley
    Himachal Pradesh Spiti Valley

  • Himachal Spiti
    Himachal Spiti

  • Bodhisattvas Lhalu Gompa
    Bodhisattvas Lhalu Gompa

  • Mc Leod Ganj Panorama
    Mc Leod Ganj Panorama

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Questo inedito programma copre due regioni himalayane ancora largamente sconosciute: il Kinnaur ed il Garhwal.

    Partendo da Delhi, passeremo per lo Shimla prima di risalire la vallata del Sutlej, antica via di comunicazione tra il Tibet e la piana indiana. Il trekking inizia nella vallata di Baspa, che è certamente una delle più belle di tutto l’Himalaya. Gli antichi villaggi, dall’architettura tradizionale fatta di legno lavorato e di pietra secca, si estendono per tutta la lunghezza della vallata. Una delle particolarità di questa zona è il fatto che la popolazione, particolarmente accogliente, è di fede buddista ed induista. Infatti la piazza principale dei paesi della zona è divisa fra il tempio ed il monastero. Le montagne che fanno da cornice sono di una bellezza da togliere il fiato, dominate dalla silhouette della vetta sacra di Kinnaur Kailash (6050 m).

    Il trekking si effettua su terreno alpino, passando per foreste di quercie, di cedri (Deodar), rododendri e pini, fino ai paesaggi di alta montagna. Sul passaggio del colle di Barasu (5150 m), entriamo nella regione di Garhwal, considerato dagli indù come la dimora degli Dei e che, grazie alle centinaia di templi, attira numerosi pellegrini chiamati yatris in hindi. Una volta passato il colle (5170 m), raggiungiamo Yamunotri, uno dei quattro siti più sacri della regione, che accoglie, da Aprile ad Ottobre, migliaia di pellegrini venuti da tutta l’India per celebrare la puja, insieme di cerimonie che hanno il fine di purificare l’individuo dai suoi peccati. Durante l’ultima tappa, cammineremo in compagnia dei sadhus (asceti) e saremo considerati come dei yatri allo stesso titolo degli altri pellegrini. Sulla strada per Delhi, ci fermeremo a Haridwar, città santa situata nel luogo stesso dove il Gange sbuca dall’Himalaya rallentando il suo corso e sfociando nella pianura. Più che un semplice viaggio, è una perefetta introduzione al mondo himalayano ed alla sacralità dell’India in tutta la sua diversità.

  • . . . . . . . . . . . . . . . . . .



    Per ulteriori informazioni, contattateci
    Compila la nostra richiesta di preventivo



G 1: Arrivo a Delhi
Accoglienza all’aereoporto e trasferimento in hote nel centro di Delhi. Notte in hotel.

G 2: Delhi - Shimla (2200 m) [circa 10 H di tragitto - 380 km]
Trasferimento in mattinata alla stazione dei treni di New Delhi dove prenderemo l’Himalayan Queen Express che ci porterà fino a Kalka ai piedi dell’Himalaya. Arrivo in tarda mattinata e trasferimento in minibus fino a Shimla. Notte in hotel.

G 3: Shimla - Sarahan [5/6H di strada - 170 km]
Rotta verso Nord/Est, direzione Sutlej, fino ad arrivare a Sarahan. Prima notte in accampamento, che domina tutta la vallata.

G 4: Sarahan - Sangla (3450 m) [6 H di strada - 140 km]
Visita delo splendido tempio in legno dedicato al Dio Shring Rishi. Risalita del Sutlej River fino a Sangla che faceva anche di capitale al Bushsar, come dimostra il palazzo govenativo che domina il villaggio. Scoperta del villaggio. Notte in guest house.

G 5: Sangla - Chitkul (3450 m) [4/5H di strada - 120 km]
Strada per Chitkul (3440 m), ultimo villaggio accessibile sulla strada della vallata di Sangla. Proseguiremo lungo la vallata fino al ghiacciaio, che offre dei paesaggi incredibili. Accampamento.

G 6: Vallata di Baspa (3450 m)
Giornata di riposo e di esplorazione dei numerosi villaggi che punteggiano la vallata di Baspa. Seconda notte di accampamento a Chitkul.

G 7: Chitkul - Doria Camp (4000 m) [5/6 H di marcia]
Risaliamo il cuore del Baspa per un sentiero ben tracciato in direzione del Tibet, la cui frontiera non è che ad una quindicina di km. Poi andremo invece verso Sud passando per i boschi. Risalita rapida fino alle praterie di Doria. Accampamento, nei dintorni della foresta.

G 8: Doria Camp - Zupika Gad (4500 m) [4/5 H di marcia]
L’ascesa prosegue in pendenza relativamente dolce attraverso paesaggi via via più minerali. Accampamento a Zapika Gad.

G 9: Zupika Gad - Barasu pass (5150 m) - Lal Pathar (4450 m) [5/6 H di marcia]
Risaliamo tra paesaggi di alta montagna in direzione del colle di Barasu (5150 m), frontiera tra gli stati dell’Himachal Pradesh e dell’Uttarakhand. La pendenza è ripida fino al colle, ma la ricompensa è assicurata! La vista si apre a Nord su tutta la grande catena himalayana a Sud allo Zanskar fino alla frontiera tibetana (dominata da vette che superano i 7000 m di cui il Ghori, il Nilgiri, il Mana, il Kamet), e ad Est, fino al massiccio di Nanda Devi che arriva a 7816 m. Passato il colle, riscendiamo fino all’accampamento di Dohra Nalla.

G 10: Lal Pathar - Har Ki Doon (3550 m) [5/6 H di marcia]
Lunga discesa dell’alta vallata del Tons, uno degli affluenti del Yamuna di cui ritroveremo la fonte nei prossimi giorni. Accampamento nei magnifici alpeggi di Har Ki Doon.

G 11: Har Ki Doon - Osla (2550 m) [4/5 H di marcia]
La discesa prosegue nella vallata che si fa via via sempre più stretta. Un po’ prima del villaggio di Osla, attraverseremo numerosi campi coltivati. Accampamento nei pressi del villaggio tradizionale di Osla, il più alto di tutta la vallata.

G 12: Osla - Ruinsara Tal (3321m) [5/6 H di marcia]
Risalita in direzione Est attraverso una foresta di pini. Accampamento nei pressi del lago di Ruinsara Tal.

G 13: Ruinsara Tal - Campo base di Yamunotri Pass (4200 m) [5 H di marcia]
La vegetazione si rarefà via via che risaliamo i colli. Accampamento ai piedi del colle Yamunotri.

G 14: Campo base - Yamunotri pass (5170 m) - Damni (3965m) [6/7 H di marcia]
Ci ritroviamo di nuovo in un’ambiente di alta montagna. Possilità di incontrare alcune nevicate prima di arrivare al colle di Yamunotri (5170 m). Vista stupenda sulle cime circostanti. Lunga ridiscesa fino agli alpeggi di Damni. Lunga giornata di marcia! Accampamento.

G 15: Damni - Yamunotri (3200 m) [3/4 H di marcia]
Corta giornata di marcia, meritata. Ritroviamo la foresta e godiamo della vista del monte sacro di Yamunotri, che visiteremo in compagnia di numerosi pellegrini e sadhus. Accampamento.

G 16: Yamunotri - Hanuman Chatti (2150 m) [4 H di marcia]
Ridiscesa per un bel sentiero accompagnati da migliaia di pellegrini e sadhus dall’inizio di Aprile alla fine di Ottobre. Fine del trek. Notte nel lodge o in accampamento nei pressi di Hanuman Chatti.

G 17: Hanuman Chatti - Haridwar [7/8 H di strada - 200 Km]
La strada si snoda fra le gole della vallata dello Yamuna in direzione Sud, verso Haridwar, situato nel luogo stesso dove il Gange esce dall’Himalaya rallentando il suo corso e penetrando nella pianura. Scoperta della città e dei suoi ghats. Notte in hotel.

G 18: Haridwar - Delhi [6H di strada - 240 km]
Trasferimento alla stazione e treno per Delhi. Accoglienza alla stazione e pomeriggio libero. Trasferimento e notte in hotel.

G 19: Delhi - Aereoporto Internazionale
Giornata libera. Il pomeriggio, avremo una stanza in hotel per poggiare i nostri bagagli e farci una doccia prima del trasferimento in aereoporto. Fine dei nostri servizi.

Source of Enq is :

Copyright ShantiTravel - 2016 - All Rights Reserved

Shanti Travel est noté 9.3/10 selon 240 avis voyageurs Trustpilot